/var/www/lamiatrieste.com/wp-content/themes/lamiatrieste/content.php

Anticaglie triestine

Arti e Mestieri

-Arrotini
ghe iera 11
Adeso nel 2014 Google i  me disi 1 solo

– Concessionari auto
I concessionari iera solo 3.
– – Grandi per la Fiat con vendita in via Carducci 18 (tra via Muratti e i Portici de Cioza) e officina in via Campo Marzio. In via Carducci go comprà o …. meio i mii genitori me ga comprà la prima 500. Una 500 rossa che go dovù spetar ben 3 mesi e mezo prima che i me la consegnasi. Me ricordo che quasi ogni giorno andavo in Campo Marzio dove che adesso xe el Piccolo a véder se la iera rivada. Penso che li go ciapai per stancheza e per no vederme più i me ga dà la prima 500 rossa rivada su una bisarca.
– – Cremascoli in via San Lazaro per le auto dela fabrica “Bianchi”. Fabrica milanese che po’ ga vendù a una nova società, la Autobianchi de Desio. Po’ finida dentro la Fiat e … bonanote sonadori. Pace a l’anima sua. Amen.
– – Antonio Skerl in via Brunner angolo Stuparich che ga serà nel 2014. Quel tempo el vendeva Chevrolet e camion.

– Bandai
56 bandai. (ma se pol dir anche 56 banderi) Ma cossa i doveva riparar quela volta per essere necesari 56 bandai? Però bisogna dir che el bander de quela volta el fazeva o riparava gorne forse el conzava anche pignate, el fazeva pici bidoni no essendoghe quei de plastica, el fazeva mastele, ma el iera anche el moderno idraulico, quel che riparava el cesso, el cambiava el tubo de l’acqua sciopà per el gelo e cussì via.
Insomma 56 fra cui vedo anche Godiani de via Giulia che da semplice bander adeso el xe diventà negozio de sanitari. Un fià caro e no ve digo el prezo che i me ga domandà per un scovolin del cesso (che oviamente el xe rimasto là per qualche altro in grado de aprezzar le qualità e el … prezo) Mia mama li conosseva e la rideva de questa scalada sociale, ma no per la scalada in sè che la xe encomiabile ma perchè i rinegava come e de dove che i iera partidi, inveze de esser fieri.
Ben bon poco importante.
Importante saria aver ogigiorno in cità 56 idraulici
che cusì no se doveria spetar i loro comodi.

– Barbieri e parucchieri

Va ben che no ghe iera el rasoio eletrico e che tanti omini gaveva l’abitudine de andar del barbier a farse taiar la barba … appunto barbieri ma xe anche vero che le done no andava cusì speso come ogi de la paruchiera e quindi … e quindi 282 tra barbieri e paruchieri/e me par una enormità.
Però xe cussì

– Carboneri
I vendeva legni ma sopratuto carbon, fossile inglese, coke, briquettes, carbon dolze e oviamente legni mesi in grandi sachi de juta.
Noi in casa gavevimo una stufa de maiolica verde grande che andava a legni e poi i mii la gaveva butada via e prima de l’avento del cherosene iera stada mesa una stufa a carbon. Grande paso avanti perchè el carbon scaldava più dei legni.
Grande paso indrio per mi che dovevo andar in cantina a impinir un secio e portar in quarto pian. I legni iera più legeri del carbon che pesava un acidente.
Me ricordo che se discuteva se cior carbon coke o carbon fosile. Me par che el primo scaldava de più ma iera più caro.
Ben nel 1930 i carboneri a Trieste iera 191.
L’ultimo che me ricordo nei ani ’70 iera un in V.le Terza Armata sula sinistra andando in su. Dentro una dona assai anziana fra muci de carbon e legni e una grande balanza. Sula Guida del 191 vedo in questa via un carboner de nome Proropat

– Nolegio careti
Te gavevi de far trasloco e pochi schei in scarsela? Se te andavi in via Pescheria opur in riva Nazario Sauro te podevi nolegiar otimi careti che consumava assai poco, anzi niente perchè iera careti … a man. E in più te risparmiavi sui costi della palestra de fitness.

– Carozzerie
Solo 2 e forsi vanzava

– Zoghi per i fioi
Me piasi veder che zà nel ’30 i 3 negozi che mi me ricordo de zogatoli eisteva zà.
– – Orvisi in via S. Lazzaro canton con Via Ponchielli. Per mi mitico negozio dove che i vendeva trenini eletrici (la mia grande e imutada pasion) e dove che i gaveva tuti i modei del Marklin. Tempi in cui la scelta iera tra Rivarossi a corente continua, scarsa qualità e prezo inferiore del Marklin.
Questo ultimo iera tedesco, corente alternata, qualità otima, caro anche per el dazio.
Oviamente go ancora tuto.
– – Poi ghe iera Giacomello. Qua i disi via S. Nicolò, ma mi me ricordo via Mazzini. I gaverà forsi traslocà
– – E po ghe iera Pagani in Barriera, ma el gaveva solo roba dozinale, autini de lata, trotole, trombete e altre robe de poco prezo. Qua mio nonno Pepi gaveva comprà una trombeta uguale a quella che gaveva i scovazini. Ogni giorno i scovazzini entrava nei portoni dele case e i sufiava nella trombeta. Alora tuti sentiva e i vegniva zò con la casseta de legno piena de scovaze (me par de ricordar …. indiferenziade) e i la versava nel saco del scovazin. Ben, con la trombeta comprada de Pagani, entravimo in qualche porton, davimo una fis’ciada e via de corsa ridendo, savendo che i mati dela casa saria vegnudi zò con la casseta piena de scovaze per niente. W Pagani.

Altre Pubblicità

Pupoloti sulla bora

Continua alla pagina: 1 2 3

La mia Trieste, 25 novembre 2015